SULLA VIA VANDELLI
DA GIOVEDÌ 26 A LUNEDÌ 30 MAGGIO

Uno dei cammini più spettacolari che valicano l’Appennino Tosco-Emiliano: l’itinerario proposto è una versione ridotta dell’intera via Vandelli, che comprende i tratti più spettacolari e meglio conservati (Appennino e Apuane).

Il tracciato della via Vandelli del 1739 partiva da Modena saliva a Pavullo nel Frignano, Lama Mocogno e da qui raggiungeva San Pellegrino in Alpe e la Garfagnana. La parte più difficoltosa di questo tracciato era oltre la dorsale appenninica, perché per poter raggiungere Massa restando entro i confini del ducato, era necessario superare le asprissime Alpi Apuane.

Guida: Ciro

 

In collaborazione con   

 

DETTAGLI

 

Le tappe previste sono:

  • La Santona – Pievepelago, 16 km, + 300 m di dislivello;
  • Pievepelago – San Pellegrino in Alpe, 15 km, + 950 m di dislivello;
  • San Pellegrino in Alpe – Flicaia, 13 km, + 250 m e -1300 m di dislivello;
  • Flicaia – rifugio Nello Conti, 10 km, + 1110 di dislivello;
  • rifugio Nello Conti – Massa, 11 km, -1300 m di dislivello.

 

INFO ULTERIORI E PRENOTAZIONI: https://www.appenninoslow.it/via-vandelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *